La Storia Della Kinesiologia

di Maurizio Ugo Rodriguez

Kinesiologia in Lombardia

Le origini della Wellness Kinesiology

La Kinesiologia in Lombardia e le sue origini

Parlare della Kinesiologia in Lombardia e delle sue origini, è per me sempre una cosa entusiasmante ed affascinante. Con il termine “Kinesiologia”, coniato da G. Goodheart (18 agosto 1918 – 5 marzo 2008), intendiamo indicare tutto quello che necessario fare affinché si sblocchi, bilanci e ripristini il movimento di uno o più muscoli per favorire la coordinazione “Mente/Corpo” per l’adempimento di un determinato scopo.

Con scopo si intende, solo dal punto indicativo e non esaustivo: la risposta ad uno stimolo, un’azione da compiere, il bucato da lavare e da stirare, la macchina da guidare, il lavoro in fabbrica o in un laboratorio di ricerca, recitare, cantare e/o suonare, ballare o dipingere, scrivere, in parole povere tutto ciò che riguarda il quotidiano o non, di ogni singola persona senza distinzione di razza, sesso ed età. Lo stesso vale anche per gli animali e
le piante! Questa è la Kinesiologia in Lombardia.

Il fondatore di questa pratica, da cui poi si è sviluppata la Kinesiologia in Lombardia, è stato il Chiropratico George Joseph Goodheart Jr., quando ho avuto modo di conoscerlo era un giovanotto di circa 80 anni molto attivo e curioso che insegnava le tecniche da Lui riscoperte in tutto il mondo. Egli formulò le basi teoriche della K.A. nel 1964 (solo 36 anni fa) mentre esercitava in un piccolo ambulatorio nel Michigan. Nella sua pratica, molte volte riceveva richieste strane che non si risolvevano con le sue conoscenze di allora, e fu per caso, spinto dalla curiosità e da suo estro interrogativo che notò dei nodini sull’inserzione di un muscolo che non voleva tonificarsi, fu la scoperta della attuale tecnica Origine/Inserzione. Bastò un semplice massaggio per riscaldare ed amalgamare il tessuto connettivo permettendo al sistema neurologico di tornare a comunicare e far funzionare il muscolo.

La sua ricerca iniziò con la lettura di un libro prestatogli da un collega intitolato “Muscoli – test e funzione” di Kendall e Kendall sul quale trovò indicazioni per il test manuale. Questo dettò l’inizio di uno studio incessante alla ricerca di altri libri ed articoli che fossero in grado di fargli comprendere che cosa era accaduto e scoprì nuove correlazioni tra Muscoli, organi e riflessi.
Tutto questo lavoro di ricerca e sperimentazione lo portò a scrivere un libro (“Voglio star bene”) in cui definiva: “La Kinesiologia Applicata parte dall’assunto che il linguaggio del corpo è assolutamente veritiero. L’opportunità di capire tale linguaggio è rafforzata dall’abilità nell’utilizzo dei muscoli come interpreti di tale linguaggio. Il metodo originale per “interrogare” i muscoli e determinarne le funzioni è il test muscolare (come formulato dall’opera di Kendall e Kendall): l’agente di guarigione interno può essere raggiunto dall’esterno. L’uomo possiede il potenziale per guarirsi attraverso l’intelligenza innata o l’omeostasi fisiologica della struttura umana”.

In altre parole il Dr. Goodheart ci dice che il linguaggio del corpo (cioè le informazioni che il corpo ci invia attraverso i muscoli) è sempre molto chiaro e che la comprensione di tale linguaggio viene facilitata se si utilizzano i muscoli come “interpreti” per decodificare le informazioni che il corpo stesso invia al
professionista. Tutto questo ha contribuito a sviluppare la Kinesiologia in Lombardia.

L’ispirazione più importante della sua vita l’ha avuta da suo padre Dr. George Goodheart Senior (chiropratico e omeopatia) quando, inviandogli 5 sorelle tutte affette dalla stessa emicrania, gli disse: Ascolta con attenzione quello che hanno da dirti e poi curale. Lui, da bravo chiropratico, tentò tutto quello che poté fare senza risolvere nulla. La soluzione del problema era nella storia di questa emicrania che terminava quando tutte e 5 vomitavano bile. Allora il padre gli disse: Evidentemente non hai ascoltato quello che ti hanno detto. Non puoi curare l’emicrania, perché è una manifestazione ereditaria, ma se le fai vomitare subito risparmierai loro giorni di sofferenze. Per cui seguendo il consiglio del padre scopri il riflesso che induceva il vomito e gli episodi di emicrania si ridussero drasticamente. Il padre gli dette, infine, un altro consiglio: Forse non puoi guarire tutti, ma puoi aiutarli.

Questo messaggio vale per tutti noi, in quanto non sta a noi guarire le persone, il nostro compito resta solo quello di intermediari per ripristinare la salute. Per capire in quali campi si applichi la Kinesiologia in Lombardia mi rifaccio alla risposta data da G.G. alla domanda: Quale professionista che opera in campo sanitario può trarre beneficio dall’applicazione delle procedure Kinesiologiche? La risposta di G.G. è: La kinesiologia in Lombardia Applicata è stata denominata neurologia funzionale per la sua capacità di ottenere informazioni attraverso il test muscolare, come descritto da Kendall e Kendall. Questo viene insegnato a tutti i medici dell’arte curativa.

Ecco perché la Kinesiologia in Lombardia Applicata può essere usata da farmacisti, pediatri, osteopati, chiropratici, naturopati, dentisti e fisioterapisti. (tratto da una intervista alla rivista A.K. del Autunno 1998)

Quindi, la Kinesiologia in Lombardia è un arte della salute che va oltre i confini di una semplice risposta muscolare che ci spinge continuamente a ricercare nuove correlazioni e correzioni liberando, sempre di più, il suo grande potenziale. Infatti un gruppo di colleghi chiropratici, che hanno lavorato con G.G. alla ricerca, hanno dato avvio a nuovi campi creando nuove prospettive di lavoro e di trattamento le cui basi si fondano su principi come: muovere l’energia (programmi di Touch forHealth ideati e programmati dal D.C. John Thie), sul richiamo del trauma (Kinesiologia Avanzata di D.C. Sheldon Deal), sul modello educativo (Kinesiologia Educativa di D.C. Paul e Gail Dennison), programmi avanzati (PKP D.C. Bruce Dewe) solo per citarne alcuni. Questi sono i fondamenti della Kinesiologia in Lombardia.

Dal lavoro di diffusione di tale tecniche, in tutto il mondo, sono nati altri filoni di applicazione come il lavoro emozionale (programmi della Three in one concepts ideati e programmati da D.C. Gordon Stokes, Daniel Whiteside e Candace Callaway, comportamentisti genetici), la gestione dello stress ( Stress Realease di W. Toping),
Blue Print Serius (Andrew Verity). Un ruolo importante è stato ricoperto pure da Dr. John Edmond Barton (22 aprile 1938 – 9 agosto 2010), creatore della Biokinesiology e uno dei pionieri nel mondo della kinesiologia.

Si stanno ancora scoprendo molte correlazioni tra muscoli, organi, meridiani, chakra, sistemi fisiologici ed altro ancora, per cui la Kinesiologia in Lombardia si può ancora definire in evoluzione.

Maurizio Ugo Rodriguez
Presidente A.I.K.I.